come coltivare le azalee

Come coltivare azalea

La pianta di azalea è una pianta proveniente dall’Asia orientale, appartenente al genere Rododendro, a chioma larga, e coltivata per gli splendidi fiori a tinta unita, striata o maculata, dei più svariati colori. L’azalea è un genere di pianta della famiglia delle Ericacee, il nome deriva dalle parole greche, albero e rosa. Scopriamo come coltivare queste piante.

Come, dove e quando coltivare azalea

La coltivazione dell’azalea risulta abbastanza semplice ed adatta anche ai principianti. Le azalee non vanno piantate troppo in profondità perché hanno delle radici non troppo profonde. Sotto le conifere è un posto perfetto per la coltivazione delle azalee, per il corretto isolamento delle radici è consigliabile posizionare uno strato di aghi di pino sopra le radici. Nel momento in cui i fiori sono giunti alla conclusione della loro fioritura devono assolutamente essere asportati e deve avvenire la potatura per fornire maggiori condizioni di aerazione alla pianta.

azalea pianta

Azalea (Foto©Pixabay)

Terreno

La tipologia di terreno ha un’importanza fondamentale, deve essere acido, con ph 5. I terreni devono risultare ricchi di elementi organici e ben drenati, e senza ristagni idrici, non devono essere piantate troppo in profondità, dato che hanno l’apparato radicale molto superficiale, il terreno ideale quindi è quello che si può trovare sotto alle conifere.

Esposizione

Le azalee hanno bisogno di diversa esposizione, in base al luogo in cui ci troviamo. Se il clima è mite, possono essere esposte in una zona soleggiata, se le zone presentano estati calde è consigliabile posizionare le azalee in un luogo ombreggiato. Alcune varietà, però, amano particolarmente l’esposizione in pieno sole e questo l’aiuterà a fiorire copiosamente: le corolle, però, dureranno di meno. Nelle zone alpine o prealpine, si viene aiutati dalle temperature più basse, dalle frequenti piogge e dall’umidità atmosferica naturalmente più alta.

azalea in vaso

Azalea fiore (Fiore©Pixabay)

Irrigazione

Per una corretta idratazione, oltre a irrigare il terreno, sarà necessario nebulizzare anche la zona aerea così da saturare di umidità l’area intorno alla chioma. Se in casa l’aria è molto secca, è consigliato coltivare più azalee disponendo un vaso accanto all’altro, tenendo in condivisione un unico sottovaso per più piante. L’azalea in vaso deve essere irrigata a fondo e giornalmente, Il sottovaso in comune dovrà essere sempre pieno di argilla espansa bagnata: l’argilla espansa rilascia gradualmente umidità alle piante.

Trapianto

Il momento più adatto per effettuare il trapianto dell’azalea è quello successivo alla caduta dei petali della pianta. La pianta ci segnala subito quando il vaso è diventato piccolo e quindi necessita di un vaso più grande, anche se ce ne accorgiamo quando di fatto effettuiamo l’annaffiatura. Prima di effettuare il trapianto dell’azalea in un altro vaso più grande è opportuno predisporre sul fondo del nuovo vaso un’adeguata quantità di argilla espansa. Se desideriamo effettuare il trapianto dell’azalea in giardino come prima cosa dobbiamo scegliere la posizione adeguata. le azalee non amano il sole diretto, quindi bisogna scegliere una zona in penombra o leggermente soleggiata. il momento adatto per effettuare il trapianto dell’azalea è in primavera o in estate, in modo che le belle giornate e il clima favorevole aiutino la pianta ad adeguarsi al terreno e alle proprie esigenze.

azalee in vaso

Azalea bianca (Foto©Pixabay)

Concimazione

La concimazione va effettuata in primavera, ogni 10 giorni. Non vanno bene concimi universali, concimi per piante fiorite o concimi troppo ricchi di azoto. Gli altri, quelli adatti per le azalee  invece, sono semplici da reperire e sono anche piuttosto economici.

Fioritura

Le azalee fioriscono da inizio aprile a metà giugno, anche se variano moltissimo da specie a specie e da sottogenere a sottogenere.

Malattie e parassiti

L’azalea è una pianta soggetta ai funghi se coltivata in serra, in casa, invece, è soggetta all’attacco dei ragnetti rossi e delle larve che divorano le foglie. Inoltre, se le foglie e i fiori presentano uno scolorimento, vuol dire che c’è una scarsità dell’apporto di acqua, invece se sono presenti delle macchie scure, vuol dire che c’è una temperatura troppo alta e scarsa umidità nei dintorni della pianta.

come curare l azalea

Azalea coltivazione (Foto©Pixabay)

Moltiplicazione

La moltiplicazione può avvenire nei seguenti modi: per propaggine, per talea e con la semina.

Coltivare Azalea in vaso

L’azalea può essere coltivata anche in casa, precisamente in vaso. Innanzitutto, è consigliabile utilizzare vasi in materiale poroso, come l’argilla, per fare in modo che il terriccio, mantenuto costantemente umido con le annaffiature, possa respirare, e per evitare l’asfissia delle radici. Oppure un vaso in cotto. Sconsigliati sono i vasi in plastica, soprattutto in estate, per evitare che il calore assorbito sia trasmesso al terreno. Se desideriamo posizionare la nostra azalea sul terrazzo, e quindi necessario utilizzare un vaso leggero, sarebbe opportuno valutare l’acquisto di un vaso in questi materiali “nuovi”, in modo da garantire alla pianta anche migliori condizioni di coltivazione.

azalea da esterno

Fiore azalea (Foto©Pixabay)

Curiosità

Nelle popolazioni e nelle civiltà antiche, l’azalea era conosciuta anche per il suo nettare, dolce e nutriente. Si tratta della linfa contenuta negli steli, ma il nome “nettare” ha sempre evocato nei popoli antichi un qualcosa di buono ricavato dalle piante, ma il problema sorgeva quando delle persone risultavano avvelenate dopo aver preso del nettare di azalea; studi scientifici moderni hanno scoperto che tutte le azalee hanno della linfa, ma che alcune specie particolari presentano linfa velenosa per l’uomo, e deve essere stata questa la causa delle intossicazioni da azalea che la storia ci testimonia.

Significato dei fiori: L’azalea

L‘azalea ha un fiore costituito da cinque sepali e cinque petali e i suoi fiori sono simili ai rododendri. Il significato della pianta lo abbiamo ereditato dai Paesi Orientali che per primi ne hanno apprezzato la delicata bellezza, ma anche la notevole resistenza. L’azalea viene regalata alla Festa della Mamma, perché questa pianta con i suoi fiori, è simbolo di femminilità e temperanza, quindi ha virtù di sopportare i casi avversi della vita con un sorriso e tanta pazienza.

fioritura azalea

Azalee coltivazione (Foto©Pixabay)

Varietà di azalee

Esistono numerose azalee: nane, giganti, sempreverdi e caducifoglie o semi-sempreverdi. Si distinguono inoltre per il colore dei fiori, essi possono essere gialli, rossi o blu.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.