pianta fiorifera ornamentale

Come coltivare gaillardia

Una fiore decorativo per eccellenza: così si potrebbe riassumere la gaillardia, una pianta originaria dell’America settentrionale e dai fiori simili alle margherite, i cui colori vantano bellezza e vivacità. Questa pianta, che deve il suo nome al mecenate della botanica francese M. Gaillard de Charentonneaum, è divisa in dodici specie ed è largamente diffusa per la sua estrema bellezza ornamentale.

La pianta di gaillardia

La gaillardia è una pianta erbacea perenne coltivata a scopo ornamentale ed è in assoluto tra le specie più resistenti al mondo perchèé non teme temperature estreme. Questa pianta appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed è sempreverde.

Generalmente l’altezza della gaillardia è contenuta e non supera mai i 60 cm. Le piante hanno steli eretti e ramificati e pullulano di foglie nastriformi dai colori verde/grigio. Il punto chiave di questa pianta è racchiuso senza dubbio nei suoi fiori che sono simili a grandi margherite, con petali bicolori e dai diversi toni dell’arancio e del giallo fino ad arrivare al rosso mattone.

fiore bicolore

Gaillardia (Foto©Pixabay)

Coltivare gaillardia

Coltivare la gaillardia è una gioia per la vista. Scegliere questa pianta è una mossa vincente se si vuole decorare in maniera elegante ed incisiva giardini e terrazzi. Scegliere inoltre la gaillardia è vincente anche dal punto di vista della resistenza: questa infatti non teme temperature estreme ed è in assoluto tra le piante più forti al mondo.

Esposizione

Questa pianta per fiorire nel migliore dei modi e in abbondanza necessita di un’esposizione luminosa e soleggiata ma non sarà un problema affrontare un clima secco e le temperature rigide invernali.

Terreno

Anche il terreno, così come l’esposizione, incide sulla crescita della gaillardia ma non costituisce un elemento fondamentale. Questa pianta rustica ben si adatta a tutti i tipi di terreno ma per una riuscita ottimale è bene puntare su un suolo fertile e ben drenato che ne eviti i ristagni idrici.

gaillardia aristata

Gaillardia (Foto©Pixabay)

Irrigazione

Anche in termini di irrigazione la gaillardia ben si presta a resistere. Non necessita di cure estremamente attente e generalmente può essere annaffiata una volta a settimana. Questo passaggio va intensificato solo in caso di terreno completamente asciutto. Questo processo deve essere sospeso poi nel periodo di riposo vegetativo.

Concimazione

In primavera è consigliato aggiungere al terreno della gaillardia del concime granulare a rilascio graduale da distribuire ai piedi dei cespi.

Moltiplicazione della gaillardia

La moltiplicazione della gaillardia avviene per seme, in particolare nel periodo primaverile che va da marzo ad aprile, e per divisione dei cespi in autunno. In questo secondo caso è bene fare attenzione a lasciare qualche radice ben sviluppata per ogni porzione.

gaillardia perenne

Gaillardia flower (Foto©Pixabay)

Malattie e parassiti della gaillardia

Sebbene la gaillardia costituisca una delle piante di fiori più resistenti e facili da coltivare, è vulnerabile nelle zone poco ventilate e che possono renderla facilmente attaccabile dall’oidio, un’infezione fungina denominata anche mal bianco. Altri attacchi possono venire dal marciume radicale o da parassiti comuni come gli afidi e talvolta le cocciniglie. Un metodo utile a evitare la proliferazione dei parassiti è trattare la pianta con antiparassitari nel periodo di riposo vegetativo.

Utilizzo

L’utilizzo di questa pianta perenne è dovuto prettamente a ornare case e giardini. E’ famosa infatti per il largo utilizzo in bordure e giardini.

Varietà di gaillardia

Questa pianta dai vivaci fiori si divide in due gruppi principali: il primo comprende piante erbacee annuali e nel quale rientra la gaillardia pulchella e un secondo a cui appartengono le specie perenni e le forme orticole originate dalla gaillardia aristata.

La pulchella è la varietà comune della gaillardia ed è eretta e a fusto ramoso. La parte centrale del fiore è largo circa 5 cm mentre i petali in genere sono piccoli e rossastri con la punta gialla.

La gaillardia aristata invece proviene dalle pianure occidentali ed è una specie perenne dal portamento eretto e la cui altezza può raggiungere un metro. Le foglie sono spesse e i fiori hanno petali gialli macchiati di porpora. Tra le specie più diffuse troviamo anche la gaillardia grandiflora che è un ibrido tra le due specie precedenti e i cui fiori sembrano delle grandi margherite dalla corolla leggermente più grande. Questa infatti arriva a misurare ben 8 cm di diametro.

gaillardia

Gaillardia grandiflora (Foto©Pixabay)

Curiosità

Il nome scientifico della gaillardia è stato coniato dal botanico Auguste Denis Fougeroux de Bondaroy che lo dedicò al magistrato esperto di botanica Antoine Renè de Charentonneauin. Nell’800 la pianta riscosse un notevole successo in seguito alla poesia di Cicely Mary Barker.

Significato dei fiori: gaillardia

La gaillardia è una pianta straordinariamente elegante e nel linguaggio dei fiori simboleggia la gioia di stare insieme e l’amore duraturo.

4,45€
disponibile
10 new from 4,45€
6,55€
15,00€
disponibile
6 new from 6,55€
Ultimo aggiornamento il 12 Giugno 2021 5:07

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.