iberis pianta

Come coltivare iberis

L’ Iberis Sempervirens oIberide sempreverde è una delle piante annuali più graziose e facili da coltivare e pone un accento di colore bianco candido, sia in inverno che in primavera. La fioritura della pianta è lunga e si colloca nel periodo più freddo dell’anno. Una spettacolare rarità! Infatti, il periodo di fioritura va da ottobre a maggio ed è considerata una delle piante più coraggiose che, controcorrente, dà il meglio di sé anche durante l’inverno. Scopriamo di più su questa splendida pianta.

iberide

Iberide sempreverde

Terreno

La pianta dell’ iberis predilige terreni fertili e freschi ma cresce senza problemi in qualsiasi tipo di terreno purché sia ben drenato. Se si coltiva questa pianta in terreno sciolto e ricco di materia organica, si ottiene un risultato più vigoroso e una fioritura più abbondante.

Esposizione

L’Iberis Sempervirens, generalmente, preferisce le posizioni soleggiate dove può sfruttare almeno alcune ore di luce solare diretta per avere una buona fioritura; mentre, un po’ timida, si inibisce alla presenza di troppa ombra, producendo più vegetazione e meno boccioli fiorali. Proprio per il suo coraggio sopporta senza problemi gelate intense, anche se, durante inverni particolarmente rigidi bisogna provvedere a coprire la parte aerea con foglie secche e paglia per evitare che geli o che si rovini a causa della siccità invernale e dei venti freddi.

Trapianto

Al momento del trapianto, bisogna collocare sul fondo del concime organico. Ricoprendolo poi con una manciata di terriccio. Ricordando che le radici della pianta non dovranno mai entrare a contatto diretto con il concime. Se dovesse succedere, la pianta potrebbe risentirne arrivando anche alla morte.

Per quanto riguarda i semi, invece, radicano rapidamente. Seminiamo in primavera in un terriccio leggero. Per ottenere germogli il più velocemente possibile, è meglio mantenere in un luogo caldo la nostra semina. Nel giro di 10/12 giorni otterremo le prime piantine. Quando saranno più vigorose, potremo iniziare a diradare le piante spostandole in contenitori più grandi. Continuando a mantenere umido il terreno, senza mai affogare semi e germogli nell’acqua.

sempervirens

Pianta iberis

Irrigazione

Questa bellissima pianta invernale dai fiori bianchi, non ha bisogno di grandi quantitativi d’acqua, ma occorre evitare lunghi periodi di siccità, si deve dunque annaffiare ad intervalli piuttosto regolari avendo cura di fare asciugare bene il terreno tra un’annaffiatura e l’altra.

Concimazione

L’Iberis Sempervirens va concimata ogni 3-4 mesi, somministrando un concime granulare a lenta cessione, in un’unica soluzione. Si può anche utilizzare un concime liquido per piante da fiore che sia ricco in potassio e fosforo, diluito all’acqua di annaffiatura ogni 20/25 giorni.

Fioritura

La fioritura avviene da  ottobre a maggio produce fiori piccoli, bianchi nella specie, portati in infiorescenze a racemo, numerosissime tanto che al momento della fioritura la pianta perde il suo aspetto un po’ banale e assume le sembianze di una nuvola candida.

iberide sempreverde

Iberis perenne

Raccolto

La raccolta di semi di iberis non costituisce alcuna difficoltà per il floricoltore. Si formano al posto dei fiori. Dato che questo accade sempre, non c’è motivo di aspettare l’autunno per raccogliere i semi. I baccelli raccolti devono essere asciugati un po’ in un luogo caldo, per ottenere semi da loro.

Potatura e cimatura

Se utilizzata come siepe per contenere lo sviluppo di altre piante, deve essere fatta una buona potatura. Bisogna, in questo caso, mantenere fitta la vegetazione per ottenere il contenimento di altre piante. Per questo dobbiamo effettuare una potatura regolare per evitare la dispersione dei rami. Oltre a questo, eliminiamo tutte le parti secche, danneggiate o cresciute in maniera poco armoniosa rispetto alla pianta. Aiuteremo così la pianta a prolungare la fioritura e a crescere più vigorosa.

Moltiplicazione della pianta di iberis

La moltiplicazione dell’iberis, può avvenire per seme o per talea.

Per quanto riguarda la moltiplicazione per seme, a fine inverno/ inizio primavera, la semina si effettua in semenzaio protetto con una temperatura costante di circa 16 -18° C. A germinazione avvenuta e quando le piantine sono abbastanza grandi si ripicchettano in cassette contenenti una composta da vasi e si lasciano irrobustire senza fonte di calore fino a quando non verranno messe a dimora definitiva. La semina direttamente a dimora delle specie annuali va fatta in tarda primavera tra aprile/ maggio, mesi in cui il pericolo delle gelate notturne è del tutto scongiurato. Le piantine vanno successivamente diradate a distanza di circa 35-40 cm l’una dall’altra.

La moltiplicazione per talea, invece, si prelevano con cesoie ben affilate e disinfettate, talee lunghe 5 cm, dai rami non fioriferi. Le talee si mettono a radicare in cassone freddo in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. A radicazione avvenuta le nuove piante di iberis si invasano in contenitori aventi terriccio specifico e si fanno svernare in cassone freddo fino al momento della messa a dimora definitiva.

pianta perenne fiori bianchi

Iberis pianta perenne

Malattie e parassiti

Il grazioso arbustivo, può essere oggetto di pericolose patologie fungine alle radici, cagionate dal mancato o infelice drenaggio della terra, e da insidie provenienti da insetti e parassiti specifici. Nell’ultimo caso, sarà opportuno l’utilizzo di apposito ed efficace insetticida.

Curiosità

La pianta è commestibile infatti in cucina viene utilizzata come sostituto della senape.

Significato dei fiori: Iberis

Il nome Iberis è legato all’antico nome della Spagna, Iberia, proprio perché le numerose specie di questo genere di piante crescono spontanee un po’ ovunque. L’iberis, però è più conosciuta nel mondo con il nome candytuft, che deriva da Candia, l’antico nome del comune di Heraklion sull’isola di Creta, luogo in cui secondo alcune tesi, la pianta abbia avuto origine.

iberis invernale fiori bianchi

Iberis potatura

Varietà di iberis

Tra le diverse specie di Iberis più note e diffuse ricordiamo:

Iberis sempervirens: pianta perenne originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 20-30 cm, sempreverde, rustica a portamento compatto, con foglie oblunghe verde scuro. I fiori, bianchi, riuniti in racemi, sbocciano in maggio-giugno.

Iberis amara: pianta annuale rustica originaria dell’Europa centro-meridionale e Italia, alta 10-30 cm, con fusto eretto e foglie oblungo-lanceolate e fiori profumati, bianchi, rosa e rosso-porpora.

fiore iberis

Iberis amara (Foto©Instagram-siuloongtong)

Iberis pinnata: pianta annuale originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 15-20 cm, con foglie pennate e fiori bianchi, che sbocciano da maggio ad agosto.

iberis bianco

Iberis Pinnata (Foto©Instagram-
jccp65)

Iberis saxatilis: pianta perenne originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 10-15 cm con steli semi legnosi, foglie verde scuro, lineari, lanceolate, carnose e dai fiori bianchi, riuniti in corimbi terminali, che sbocciano in maggio-giugno.

Iberis umbellata: pianta annuale rustica originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 30-40 cm, con foglie lanceolate e lineari, appuntite. I fiori bianchi e porpora chiaro, riuniti in corimbi, sbocciano da maggio in poi.

16,49€
24,38
disponibile
2 nuovo da 16,49€
Amazon.it
Spedizione gratuita
32,79€
disponibile
2 nuovo da 32,79€
Amazon.it
Spedizione gratuita
24,59€
24,75
disponibile
3 nuovo da 19,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Settembre 2020 13:11

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.