maranta leuconeura

Come coltivare maranta

La pianta maranta appartiene alla famiglia delle marantaceae, provengono dalla foresta equatoriale del Brasile. È una graziosa pianta da appartamento sempreverde, con crescita veloce, molto apprezzata per la bellezza delle foglie con colori straordinari e grazie a queste ultime sono conosciute anche come piante della preghiera, per la forma particolare che ricorda due mani giunte che stanno pregando. Scopriamo insieme qualche nozione in più.

Come e dove coltivare maranta

La maranta è una perfetta pianta da appartamento o da serra e ama gli ambienti caldo-umidi, ombreggiati e lontano dalla luce diretta. Appena viene portata a casa va rinvasata in un contenitore che sia di una o due misure più grandi. Nel fondo del contenitore va posizionato uno strato d’argilla espansa per garantire il drenaggio. Si deve impiegare un terriccio soffice e ben concimato, per piante verdi o universale. In breve tempo la maranta occupa tutto lo spazio disponibile, ed è per questo che bisogna rinvasarli almeno ogni due anni, utilizzando ovviamente un vaso più grande, aggiungendo terriccio nuovo. Il periodo perfetto per il rinvaso è la primavera.

marante

Pianta amaranta (Foto©Pixabay)

Esposizione

La Maranta richiede soprattutto zone ombreggiate, lontano dall’esposizione diretta alla luce, La temperatura minima per la pianta è di 15 gradi al di sotto dei quali la pianta non dovrebbe mai essere esposta, quella ottimale invece si attesta sui 20-22 gradi.

Irrigazione

Per quanto riguarda l’irrigazione di questa meravigliosa piantina, quest’ultima va annaffiata in modo frequente da marzo fino alla fine dell’autunno, per la restante parte dell’anno, va annaffiata con moderazione.

Concimazione

La maranta è una pianta che va concimata dalla primavera fino all’autunno, circa ogni due o tre settimane con un fertilizzante specifico per piante verdi liquido, ogni due mesi circa se si tratta invece di fertilizzante granuloso.

Fioritura

Nella maggior parte delle specie, la fioritura è insignificante, addirittura quelle cresciute in interni difficilmente riescono a fiorire. Per le altre, invece, si sviluppano dei fiori bianchi con puntini viola, riunite in spighe però poco appariscenti.

calathea pianta della preghiera

Pianta per interni ( Foto©Pixabay)

Moltiplicazione della maranta

La moltiplicazione della maranta può avvenire in due modi: per talea o per divisione.

Si preleva una talea tagliando il fusto subito sotto un nodo. La talea va messa a radicare in un substrato di torba e sabbia, e si copre con una lastra di vetro o con una lastra di plastica ad una temperatura ideale di circa 24 °C. Ogni tanto occorre rimuovere la copertura per evitare che l’acqua di condensazione danneggi le foglie.

Per divisione, invece, è una pratica più complessa, per questo è consigliabile farla eseguire da esperti. Inoltre la si può fare solo su piante in riposo vegetativo che hanno perso la parte aerea.

Malattie e parassiti

I nemici che possono attaccare questa pianta sono cocciniglia farinosa, ragnetto rosso, anche se il peggiore è il marciume delle radici causato dal ristagno idrico. La foglia va pulita con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool oppure lavandola con acqua e sapone. Può anche capitare che le foglie diventino marroni, ciò significa che la pianta si trovi a temperature eccessivamente basse e basta spostarla affinché si riprendi.

Varietà Maranta

Ci sono molte varietà di Maranta, le più importanti sono:

Maranta leuconera Erythoneura: la sua particolarità sono le nervature in rosso, la foglia vellutata presenta una striscia in corrispondenza della nervatura centrale di colore verde molto chiaro, mentre le zone tra le nervature, sono di colore verde scuro.

piante ornamentali

Maranta leuconera Erythoneura (Foto©Instagram-juliehippienotchic)

Maranta leuconera Massangeana: le foglie sono vellutate caratterizzate da macchie di color argento che assumono la forma di una spiga di pesce.

Maranta Makoyana: Le foglie assumono una forma di ellissi, di consistenza cartacea di colore verde oliva con delle macchie rossastre.

piante da interno

Maranta Makoyana (Foto©Instagram-viveromitrewilde)

Maranta Arundinacea: le foglie sono molto lunghe, infatti raggiungono lunghezze fino a 30cm e larghezza 10cm con macchie di colore bianco o rosso.

piante da appartamento immagini

Maranta Arundinacea (Foto©Instagram-theidlegardener)

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.