nepitella pianta

Come coltivare nepetilla

La nepitella, detta anche mentuccia romana, è una pianta aromatica, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae e del genere Clinopodium. La nepitella ha origini antichissime ed è utilizzata moltissimo in cucina. Nonostante abbia attraversato i secoli e durante questi abbia avuto moltissimi utilizzi, una cosa non è mai cambiata: è stata sempre apprezzata dalla moltitudine.

Semplice e facilissima da coltivare, ma dalle mille potenzialità; andiamo a scoprire la mentuccia romana.

Nepitella o mentuccia romana

La nepitella, insieme alla menta, una delle piantine aromatiche più conosciute e antiche dello stivale, e appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. Rientra a pieno in quelle che sono le piante erbacee a ciclo biologico perenne e dotate di un asse fiorale spesso privo di foglie. Questa piantina è caratterizzata da un fusto che è ricoperto da dei peletti. Le foglioline sono la parte più caratteristica della piantina, in quanto queste ultime- che hanno una forma ovale ristretta a una punta finale- posseggono un delicato profumo di menta che le rende popolari nella cucina italiana.

nepeta sativa

Nepitella erba aromatica (Foto©Pixabay)

Dove e come coltivare nepitella

Questa piantina potrà veramente essere coltivata dovunque e in qualsiasi momento. Basterà avere a disposizione un vaso oppure un posto libero nel tuo orto. Scava nello spazio prescelto una piccola buchetta e impianta la pianta che poi potrai procedere a curare e a raccogliere. L’unico accorgimento da fare è quello di mantenere il terreno sempre umido. Un gioco da ragazzi.

Esposizione

La nepitella è una piantina principalmente estiva, infatti l’esposizione che predilige è proprio quella soleggiata o al massimo a mezz’ombra. Proprio per questa necessità ti consiglio vivamente di piantarla o seminarla durante i mesi primaverili, in modo che possa ricevere abbastanza luce, ma senza eccessi.

menta selvatica commestibile

Nepitella (Foto©Pixabay)

Semina

Come già ho detto è meglio effettuarla durante i mesi primaverili. Il luogo perfetto per la semina è direttamente nel campo, in quanto durante la messa a dimora le radici si potrebbero spezzare, rilasciando così l’aroma che attirerà i gatti, quali potrebbero distruggere la piantina. È così facile coltivare la mentuccia romana che la semina può essere svolta benissimo a spaglio, avendo poi cura di irrigare la zona.

Raccolta

Quest’ultima si deve effettuare attraverso la raccolta delle foglioline, da svolgere esclusivamente durante il periodo della fioritura. Da segnalare è sicuramente la facilità con la quale la nepitella può essere conservata, infatti basta essiccarne le foglie.

Nepitella

Nepitella (Foto©Pixabay)

Proprietà e Benefici

La forza benefica della nepitella risiede nelle foglie che contengono terpeni e oli essenziali. Ha numerosi benefici tra i quali le proprietà digestive, possibili grazie a dei suoi componenti. Questa erbetta è ricca anche di fibre che aiutano a regolarizzare la funzione dell’ intestino. Anche il suoi infuso ha proprietà benefiche, infatti spesso viene utilizzato per combattere un fastidioso gonfiore addominale. Infine, può diventare utile per la lotta contro l’acne, tramite un infuso ottenuto dalle foglie della pianta.

Specie di nepitella

Tra il genere di piante nepeta c’è anche una detta erba gatta perchè molto amata dai nostri amati gattini.

Curiosità

La nepitella è una piantina dalle origini molto antiche e per questo la accompagnano ad oggi molti miti e credenze popolari, tra le quali vi è quella che vi sto per raccontare. Si credeva, infatti, che la piccola e innocente piantina avesse delle proprietà magiche, tanto da saper curare i velenosissimi morsi di serpenti. Come ogni leggenda questa, però, ha un fondo di verità, in quanto effettivamente come abbiamo visto la piantina grazie agli oli essenziali riesce a disinfettare delle parti infiammate, ma certo non elimina la potenza mortale di un veleno.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.