calle bianche

Come coltivare calle

Oggi parleremo della calla. Protagonista dei giardini per la sua semplicità nella coltivazione ma che con adeguate cure può regalare soddisfazioni anche se coltivata in vaso.

La calla

La calla è una pianta perenne sempreverde che appartiene alla famiglia delle Araceae. Il nome deriva dal greco kalòs che significa bello.

Caratteristica della calla sono le grandi foglie basali di forma triangolare e di colore verde chiaro. Ha origini sudafricane e la si conosce anche con il nome fiore o giglio del Nilo. Cresce lungo ruscelli e specchi d’acqua e la si può distinguere per un portamento raffinato e elegante.

I fiori hanno uno stelo lungo più di 50 cm e sono formati da un’unica foglia generalmente bianca, avvolta ad imbuto. Le più diffuse sono di colore bianco ma esistono anche calle colorate.

calle bianche

pianta calla

Coltivare calla: quando e dove

La calla può essere coltivata in giardino o in vaso nei primi mesi autunnali per evitare di avvicinarsi troppo al gelo invernale.

Terreno

Il terreno deve essere umido e ben drenato. Bisogna utilizzare terricci ricchi di sostanze organiche.

Esposizione

Le calle amano luoghi semi ombrosi e in inverno temperature non troppo rigide.

Trapianto

Il trapianto è uno dei metodi utilizzato per la moltiplicazione della calla. Si effettua trapiantando i rizomi divisi in porzioni con radici ben sviluppati in un terriccio fertile a base di terra, foglie e torba con aggiunta di sabbia.

Prima del trapianto i tuberi vanno immersi in una miscela di Captano 1% e Carbendazim 4%. Se si vuole ottenere una fioritura più abbondante e prolungata si possono immergere i tuberi in una soluzione che contiene regolatori di crescita come le gibberelline.

Il trapianto si effettua a una distanza di 30-50 cm tra una pianta e l’altra. Si dispongono i tuberi in file alternate con una densità massima di 5 tuberi per mq per evitare scarsa circolazione d’aria e la formazione di malattie fungine.

coltivazione calle

Calle fiore (Foto©PIxabay)

Irrigazione

Le annaffiature devono essere frequenti nella fase di ripresa vegetativa e i periodi di siccità. Deve essere sospesa quando le foglie iniziano a ingiallire.

Concimazione

La concimazione si attua nel periodo della fioritura utilizzando un fertilizzante liquido una volta a settimana.

Fioritura

La fioritura delle calle avviene da Aprile a metà Luglio con fiori grandi, medi e piccoli.

Potatura e cimatura

Solitamente la calla non si pota. Si eliminano semplicemente le foglie che si seccano per evitare diventino veicolo di malattie parassitarie. Si deve utilizzare un attrezzo pulito e disinfettato per evitare di infettare i tessuti.

bulbi calle

Calla fiore (Foto©PIxabay)

Moltiplicazione della pianta di calla

Il periodo migliore per la moltiplicazione delle calle è il periodo chiamato riposo vegetativo e che inizia due mesi dopo la fioritura. Ce ne accorgiamo perché le foglie diventano gialle e avvizzite.

Quella più utilizzata è la moltiplicazione per tuberi che abbiamo visto prima, quella più rara è la moltiplicazione per semina. Questa tecnica di moltiplicazione è la più facile ed è utilizzata dai vivaisti.

La riproduzione delle calle per auto semina. Si può notare un particolare fenomeno per cui il fiore della calla presenta un pancione di colore verde scuro che somiglia ad un’ananas. È questo un fenomeno che si osserva a fine fioritura tra giugno e inizio luglio, quando si lasciano essiccare gli ultimi fiori sulle piante. I semi delle calle diventano nel tempo sempre più scuri fino a cadere nel terreno una volta maturi e germinare nel periodo della ripresa vegetativa. Una tecnica che possiamo facilmente utilizzare anche noi quando vediamo i semi maturi. Questa tecnica di riproduzione però richiede una lunga attesa.

Malattie e parassiti delle calle

Pericoloso per le calle è il ristagno d’acqua che può causare marciume radicale e clorosi. Come parassiti animali temono il ragnetto rosso e la cocciniglia cotonosa.

Coltivare calle in vaso

La calla può essere coltivata facilmente in vaso sia come pianta da esterno che da interno.

All’esterno la sua collocazione ideale è il balcone nelle zone non esposte direttamente alla luce del sole. Il clima ideale è temperato, non ama le escursioni termiche per questo è buona norma riparare i vasi in caso di intemperie o sbalzi termici.

Bisogna evitare i ristagni d’acqua nei sottovasi e controllare l’interno delle foglie per evitare la presenza di afidi. Il terriccio ideale è soffice misto a torba. Nel fondo del vaso bisogna inserire dell’argilla espansa per evitare ristagni.

Le annaffiature devono essere regolari e abbondanti ma non eccessive. Può essere lasciata in vaso anche in inverno a patto che venga eseguita una buona pacciamatura.

calla immagini

Foto di calle (Foto©PIxabay)

Rinvaso

Le calle che vengono coltivate in vaso devono essere rinvasate ogni due anni utilizzando un contenitore più grande e del terreno nuovo.

Perchè le calle nate dai semi producono solo foglie senza fiori?

Le piante che nascono dalla germinazione dei semi per i primi tre anni producono solo fogli grandi e vistose. Dal quarto anno in poi si possono vedere anche fiori stupendi. Una particolarità è che i fiori che nascono dalla germinazione sono di colore diverso rispetto a quello della pianta madre.

Consociazioni

La calla può essere abbinata all’alstroemeria nota anche come giglio peruviano. Un fiore resistente e di lunga durata. Alla bombay celosia disponibile in una vasta gamma di colori vivaci. Al leucadendron fiore autunnale. Alle rose rosse. Infine al pincushion protea.

Proprietà e Benefici

Dalla calla domestica non si ricavano infusi con particolari benefici. Ma la sua corrispettiva selvatica presenta delle bacche che in passato erano utilizzate in medicina per l’eliminazione dei parassiti intestinali. Al giorno d’oggi per lo stesso scopo la si trova in erboristeria e nelle cure omeopatiche.

Anni fa era anche considerata una pianta magica, in grado di allontanare e scoraggiare gli spiriti maligni e proteggere i neonati. Va comunque ricordato che la calla selvatica è velenosa e i suoi frutti tossici e se si toccano le foglie si può andare incontro a dermatiti e irritazioni. E inoltre ingerire le calle può portare nausea e vomito.

bulbi calla

Calla rossa (Foto©PIxabay)

Varietà di calle

Tra le varietà di calle citiamo: la calla etiopica, la calla eliottiana, la calla macrocarpa, la calla oculata, la calla pentlandii, la calla rehmanii, la calla nelsonii.

Esistono molte specie di colore rosso, giallo e rosa. Sono molto richieste le varietà mignon per i bouquet delle spose. Esiste anche una varietà di calla selvatica che è velenosa e tossica,

Curiosità

Esistono calle che presentano delle mutazioni come fiori con doppio calice. Inoltre in età vittoriana fu eletto come simbolo della raffinatezza e della nobiltà. Divenne un regalo adatto per sugellare un’importante amicizia o una dichiarazione di stima.

Significato dei fiori: calle

La calla significa purezza, inizio di una nuova vita e radiosità per questo è molto utilizzato dalle spose.

Tags:

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.