diserbante fai da te

Metodi per eliminare erbacce

L’orto o il giardino curato e incolto, costellato soltanto da fiori e frutti, è il vanto di ogni uomo con la passione per il giardinaggio. Ma il nemico numero uno contro un giardino pulito sono senza dubbio le erbacce. Queste, se non rimosse, oltre a essere antiestetiche, possono provocare danni irreversibili all’orto e ai fiori. Qui di seguito una guida completa sugli interventi mirati per eliminare le erbacce fastidiose e infestanti.

Eliminare le erbacee a mano

L’azione spontanea che a ogni individuo viene di fare nel momento in cui vede comparire le erbacce è quella di strapparle a mano. Altri, invece, evitano questo passaggio pensando di non risolvere adeguatamente il problema o perchè soggiogati dalla pigrizia. In realtà, anche col supporto di attrezzi da giardino, rimuovere a mano le erbacce appena comparse è un’azione utile e duratura. Questo passaggio eviterà che la comparsa e la diffusione delle erbacce contaminino la vegetazione circostante.

diserbante per erbacce

Eliminare erbacce in modo naturale (Foto©Pixabay)

Creare sentieri lastricati per non far crescere l’erba infestante

Un altro passaggio utile per frenare la comparsa e prevenire la nascita delle erbacce è quella di creare dei sentieri lastricati. Si tratta di veri e propri bordi ornamentali che hanno il ruolo di occupare il terreno. Le erbacce, infatti, sono solite comparire quando il terreno è libero e soleggiato. Un’ottima soluzione da adottare può essere quella di circondare il sentiero di ciottoli, fiori o addirittura siepi che con la propria ombra ostruiranno lo spazio e ostacoleranno la comparsa delle erbacce.

Pacciamatura per eliminare l’erba

Anche la pacciamatura, la pratica utilizzata per isolare il terreno, può rivelarsi un fedele alleato contro le fastidiose erbacce. Per poter ottenere dei risultati soddisfacenti e un orto o un giardino esenti dalle brutture e dai danni delle indesiderate erbe infestanti, basterà utilizzare pezzi di corteccia, fibra di cocco, segatura, legno o paglia da inserire all’interno dei vasi. Questi materiali sono adattabili anche alla pacciamatura del proprio orto o dei sentieri di cui sopra. La tecnica aiuterà a isolare il terreno e preverrà la nascita delle erbacce.

Cippato per eliminare le erbacce

Per gli esperti di giardinaggio e lotta alle erbacce, il cippato non è una novità. Per chi invece non ha ancora confidenza con la materia, basti pensare che il cippato è una tecnica molto simile alla pacciamatura. La differenza sostanziale sta nei materiali: il cippato, infatti, si ottiene attraverso rametti di legno sminuzzato finemente. Il fine e il risultato, esattamente come la pacciamatura, sono pressoché identici.

diserbante biologico per orto

Togliere erbacce (Foto©Pixabay)

Orto sinergico

Se per eliminare le erbe infestanti abbiamo a disposizione tempo, denaro e dedizione, allora vale la pena valutare la possibilità di metter su un orto sinergico. Si tratta di un orto autofertile a coltivazione simultanea che richiede impegno e dedizione e assicura l’eliminazione totale delle erbacce. Questa tecnica rispetta la biodiversità delle colture, del terreno e delle piante. Per poter ottenere un orto sinergico è importante non lavorare il terreno, non utilizzare diserbo, né manuale né chimico, nessun fertilizzante e nessun pesticida. Questo lavoro permette alle piante spontanee di circondare l’orto e creare un rifugio naturale per insetti, coccinelle e farfalle. Il risultato sarà un orto ben tenuto ma soprattutto un terreno sano. Ma in che modo si ottiene l’eliminazione definitiva delle erbacce in un orto sinergico? La risposta è: con altre piante. Le erbacce vengono infatti contrastate da altre erbacce, cioè piante pioniere che nutrono il terreno. Via libera quindi al trifoglio o alle crucifere spontanee come l’indaco.

Teli biodegradabili e compostabili

Un’altra alternativa valida che segue la falsariga della pacciamatura, è l’utilizzo di teli completamente biodegradabili e compostabili. Il ruolo di questi prevede lo stesso risultato dei teli di plastica tradizionali, la differenza sta nel completo assorbimento nel terreno. Spesso i teli biodegradabili vengono prodotti grazie agli scarti della coltivazione di mais. In questo modo viene nutrito il terreno e combattuta la nascita delle erbacce in modo naturale.

La sarchiatura

Se l’orto sinergico prevede l’assoluta assenza della lavorazione del terreno, la sarchiatura consiste nel taglio o rimescolamento del suo strato superficiale. Per eliminare le erbacce attraverso la tecnica della sarchiatura bisognerà lavorare il terreno a mano, grazie all’utilizzo della zappa o attrezzi specializzati come forchetta o rastrello, oppure grazie all’aiuto di macchinari come le sarchiatrici meccaniche.

togli erbacce

Eliminare piante infestanti (Foto©Pixabay)

Il pirodiserbo

Largamente diffuso contro le erbe infestanti è anche il pirodiserbo. Si tratta di un valido sostituto ai prodotti chimici utilizzati in agricoltura e al diserbo manuale. Il pirodiserbo prevede l’eliminazione delle erbacce infestanti attraverso l’utilizzo del fuoco che si produce tramite attrezzi a gas. La fiamma è un potenziale distruttore per la natura, ecco perché è sempre consigliato utilizzare attrezzi appositi e le dovute precauzioni.

La solarizzazione

Un altro mezzo utile a combattere le erbe infestanti è la tecnica della solarizzazione. Questa alternativa prevede che il terreno, opportunamente lavorato, bagnato e pacciamato, sia oggetto dei raggi solari per un cospicuo numero di giorni durante la stagione estiva. In questo modo l’effetto serra che verrà a crearsi sui film plastici della pacciamatura, sarà positivo per la coltura successiva e combatterà la proliferazione spontanea delle fastidiose erbacce.

Come irrigare per non far crescere le erbacce

Un altro aspetto che richiede particolare attenzione è l’irrigazione del nostro orto, giardino o luogo in cui pensiamo possano crearsi nuove erbe infestanti. Se è vero che le piante hanno bisogno di concime, acqua e cura costante, è bene lasciare completamente asciutta quella zona in cui pensiamo possano nascere erbacce. Così facendo evitiamo o rallentiamo la proliferazione spontanea di questi inestetismi del terreno. Qualora le erbe infestanti siano cresciute tra le mattonelle, il cemento o i marciapiedi, è bene versare dell’acqua bollente direttamente su di loro.

piante infestanti giardino

Eliminare erbacce orto (Foto©Pixabay)

Diserbante per erbacce

Innanzitutto è bene dividere diserbanti chimici da diserbanti naturali. Questi ultimi rappresentano sempre la soluzione migliore per eliminare le erbacce ed evitare di danneggiare la natura. In commercio troviamo diserbanti chimici e naturali, con la differenza che i prodotti di origine sintetica hanno una netta prevalenza per l’efficacia nell’eliminazione del problema. Non è da sottovalutare però l’aspetto tossico che questi trascinano con sé. Importante è invece la scelta del diserbante naturale che rispetta natura ed ecosistema. Vi sono poi delle ricette naturali di diserbanti fai da te, realizzabili con prodotti di uso quotidiano. Primo tra tutti il sale da cucina, diviso in otto parti d’acqua, al quale si può aggiungere il sapone liquido che renderà la soluzione più appiccicosa. Questo prodotto va applicato sulle foglie delle erbe infestanti ed è importante avere pazienza perché, a differenza dei diserbanti chimici, avrà una più lenta risoluzione del problema. Un altro alleato quotidiano per un diserbante fai da te è l’aceto bianco, che, se applicato sulle foglie delle piante, ne provocherà la morte in poco tempo. Succo di limone, aceto di mele e alcol è un’altra miscela naturale: basterà unire 400 ml di aceto a cui vanno aggiunti due o tre cucchiai di succo di limone e 30ml di alcol.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.