Piante officinali

Le piante officinali, il cui nome deriva dalle “officine” farmaceutiche, dei veri laboratori in cui si lavoravano le erbe e i medicinali, proprio per la loro caratteristica di venire impiegate nell’ambito della farmacopea, sono appunto dei tipi di piante coltivate e utilizzate per finalità farmaceutiche o erboristiche. Sono considerate piante officinali, piante medicinali, aromatiche e da profumo, semplici da coltivare anche in un piccolo orto in casa. Scopriamo insieme quali sono e a cosa servono.

A  cosa servono le piante officinali

Le piante officinali hanno delle funzionalità ben precise, vanno dalla funzionalità medica a quella estetica, dalla funzionalità fisioterapeutica a quella aromatizzante. Bisogna fare molto attenzione però nel distinguere quelle che portano benefici da quelle che potrebbero invece arrecare solo danni.

erbe officinale

Zenzero (Foto©PIxabay)

Quali sono le principali erbe e piante officinali

Ce ne sono tantissime in natura di piante e di erbe officinali, ed ognuna di essa offre un beneficio diverso. Scopriamo insieme alcune di esse e le loro funzioni. La prima e la più conosciuta è la calendula, è innanzitutto un fiore di colore giallo arancio, è ricca di principi attivi e viene utilizzata soprattutto in cucina e in erboristeria per alcuni rimedi naturali, per curare il mal di denti o viene utilizzata anche come antinfiammatorio.

Poi c’è il sambuco, dal quale si ricava lo sciroppo, che oltre ad essere una bevanda fresca è anche benefico, I fiori contengono infatti bioflavonoidi che innalzano le difese immunitarie, e hanno proprietà diuretiche. Poi c’è il più famoso che è il basilico, che può essere utilizzato per preparare molti piatti in cucina, e poi ancora possiamo trovare l’aglio, la betulla, la valeriana, l’uva ursina e tanti altri.

erbe officinalis

Levistico (Foto©Pixabay)

Piante officinali che non possono mancare

Sicuramente tra le tante specie di piante officinali ce ne sono alcune indispensabili che non possono assolutamente mancare, come per esempio la menta piperita, il rosmarino che oltre ad essere perfetto per la cucina è anche un ottimo digestivo se mischiato con altre erbe come le foglie di alloro. Più assolutamente non può mancare l’origano per la sua quantità di vitamine C ed E, poi ancora non può mancare la melissa che è un incrocio tra il sapore di menta e limone ed è nota per i suoi principi rilassanti. Infine, c’è il timo, che tra le erbe aromatiche, è una delle più facili da coltivare. Le sue foglie possono dare un profumo unico ai piatti.

pianta officinale

Piante curative (Foto©Pixabay)

Come coltivare lavanda

La lavanda è una pianta aromatica perenne. Vediamo come coltivare lavanda in vaso o in giardino, come trapiantarla, moltiplicarla e curarla. Inoltre: come essiccare lavanda e i suoi benefici.