Ragnetto rosso

Di sicuro non l’avrai mai visto, ma magari ne hai sentito parlare: il ragnetto rosso è un simpatico piccolo animaletto dal caratteristico colore rosso che molto spesso si presenta nelle case o tra le piante del giardino a partire dal periodo primaverile.

Ci sono svariati metodi, addirittura naturali, in grado di allontanarlo. I rimedi chimici, infatti, non solo sono dannosi per la tua salute e per il benessere di chi sta sotto al tuo stesso tetto, ma addirittura possono non essere del tutto efficaci: il ragnetto potrebbe infatti tornare.

LEGGI ANCHE:  Dorifora

Un “ragnetto” non ragnetto

Sebbene tutti lo chiamino “ragnetto”, il suo vero nome è Tetranychus urticae e non è per niente un aracnide, bensì un piccolo acaro totalmente innocuo per la salute umana, ma piuttosto dannoso per quanto riguarda le piante o le case.

Il suo caratteristico colore ovviamente è il rosso ed essendo un acaro è in grado di incastrarsi ovunque, provenendo direttamente dai balconi delle case. È goloso di materiali organici e di escrementi di volatili. Inoltre depone di continuo centinaia di uova, dunque si evolve facilmente.

Come riconoscere i danni da ragnetto rosso

Prima di capire come combatterli, bisogna sapere quali problemi questi ragnetti rossi possono causare. La prima cosa che devi guardare sono le piante, in particolar modo le foglie delle stesse: se ci sono macchie che dal giallo scuro arrivano al marroncino, allora hai una buona probabilità di essere in presenza di questo acaro.

La situazione è di sicuro peggiore quando le tue piante iniziano a perdere foglie totalmente ingiallite. In questo caso è più facile capire se vi è la presenza del ragnetto perché potresti notare dei filacci bianchi, indice del suo passaggio e della deposizione di uova.

eliminare i ragni

Ragnetti rossi come eliminarli (Foto©Instagram-alicebaby35)

Il ragnetto rosso in casa

Questo acaro ragnetto rosso si trova molto spesso tra gli agrumi, di cui rovina la buccia oltre che le foglie, ma anche tra le rose e non solo. Essendo infatti anche molto goloso di piante ornamentali è abbastanza facile trovarlo anche nelle proprie case.

Le piante in vaso dunque non sono esenti da questo acaro, soprattutto le più delicate come la dalia. È opportuno cercare di allontanarlo e, sebbene sia meno immediato l’intervento tra le mura domestiche, non è impossibile da mettere in pratica anche e soprattutto in modo naturale.

Come eliminare i ragnetti rossi con rimedi naturali

Tanti sono i rimedi per il ragnetto rosso, molto spesso tramandati di generazione in generazione. Tra i migliori vi è di sicuro l’aglio con cui è possibile realizzare un liquido da distribuire successivamente con un nebulizzatore. Devi semplicemente mettere in acqua bollente circa 20 grammi di aglio. Dopo il raffreddamento è subito utilizzabile.

Un rimedio efficace soprattutto per le più delicate piante in vaso è l’utilizzo dell’argilla espansa: questo perché questo tipo di materiale è in grado di realizzare un ambiente umido non molto gradito dall’acaro. Il consiglio è quello di inserire un po’ di argilla espansa sul fondo del vaso prima di procedere alla messa in vaso della pianta stessa.

come allontanare i ragni

Acari delle piante (foto©Instagram-vero_veronica)

Quando ancora è all’inizio basta anche soltanto un po’ d’acqua

Se sei stato in grado di individuare subito la presenza dell’acaro rosso, i rimedi da seguire possono essere ancora più semplici e immediati. Sembra infatti che anche solo con ripetute spruzzate d’acqua con lo spray grazie alle quali si ricrea un ambiente umido, sia possibile allontanare i ragnetti.

Un altro rimedio cosiddetto “della nonna” prevede invece l’uso di sapone di Marsiglia, che spesso è utilizzato anche in altri casi di invasione di parassiti. Dovrai semplicemente sciogliere qualche scaglia di sapone nell’acqua in modo da formare un liquido che anch’esso dovrà essere spruzzato con lo spray sulla totalità della pianta.

Puoi ricorrere anche a predatori

Se ancora non sei soddisfatto di questi rimedi e ti stai ancora chiedendo come combattere il ragnetto rosso, puoi avvalerti di uno strumento sicuramente imbattibile: ci sono infatti predatori che possono nutrirsi di questo acaro.

Tra i più noti c’è un altro acaro, scientificamente denominato Phytoseiulus persimilis, ma non solo: anche le coccinelle possono essere un valido e “fortunato” aiuto.

ragnetti rossi

I tipi di ragnetto rosso

Questi insetti rossi invisibili, non nemici dell’uomo ma di sicuro nemici dei vegetali, appartengono principalmente a due tipologie differenti, distinzione che si nota anche sulle piante a cui si rivolgono.

Da una parte abbiamo infatti il Panonychus Ulmi e dall’altra il forse più noto Tetranychus Utricae. Di solito il primo è più goloso di piante erbacee ed ortaggi, mentre il secondo è più presente tra i legumi e la soia.

ragnetto rosso rimedi

Panonychus Ulmi (Foto©Instagram-pepitomegrillo)

Eliminare il ragno rosso non è poi così difficile, anche soltanto con rimedi naturali. La cosa più importante è saper riconoscere sin dai primi momenti i sintomi della pianta derivanti dalla presenza di questo acaro.

Sebbene riesca a riprodursi davvero in maniera efficace e super veloce, puoi contrastare questa evoluzione dannosa per le tue piante sia in giardino sia dentro casa con questi pratici accorgimenti e vedrai che anche questo acaro non sarà più un problema.

ragnetto rosso insetticida

Tetranychus Utricae (Foto©Instagram-rayspica)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *