Come scegliere il soffiatore da giardino


Anche se non sei un esperto del settore, ma hai un giardino con diverse piante, in particolar modo alberi di ogni dimensione, saprai che spesso, soprattutto nel periodo autunnale ma non solo, si formano veri e propri strati di foglie che dovrebbero essere eliminati per portare un po’ d’ordine e per permettere al tuo giardino di respirare.

Per questo motivo è importante curare lo spazio green all’aperto con gli strumenti adeguati. Tra quelli che sicuramente dovrai considerare in modo da tenere ordine, ce n’è uno, che ha caratteristiche differenti in base alla tipologia di strumento che stai cercando: stiamo parlando dell’aspiratore per foglie. Ecco dunque come puoi sceglierlo.

A cosa serve il soffiatore da giardino

Come già puoi intuire dal nome, il soffia foglie ti sarà utile per ripulire il giardino dalle foglie cadute semplicemente con un getto d’aria che libererà in pochi istanti lo spazio. In realtà di tipologie ne esistono diverse e spesso puoi trovare anche modelli più particolari e con più funzioni che non ti permetteranno semplicemente di spostare e accumulare le foglie, ma bensì di eliminarle.

Se infatti vuoi davvero cancellare il problema alla radice, dovrai avvalerti di uno strumento che funga anche da aspiratore. Questo significa che praticamente, oltre ad alzare le foglie con un getto d’aria, le ingloberà dentro di sé per poi riempire appositi sacchi che andranno svuotati. In realtà, spesso questi strumenti non triturano le foglie: per questo motivo, se vuoi un soffiatore che ti faccia fare meno fatica in grado di permetterti anche di non doverlo svuotare continuamente, dovresti optare per un trituratore, che letteralmente riduce a piccoli pezzettini il fogliame e lo raccoglie dunque da terra in porzioni maggiori.

Caratteristiche del soffiatore da giardino

Innanzitutto diciamo cosa effettivamente può eliminare dal giardino uno strumento come l’aspirafoglie professionale. Ovviamente grazie ad esso riuscirai ad eliminare diverse tipologie di foglie, in particolar modo quelle secche e piccole, ma anche quelle più grandi e/o umide, così come gli aghi di pino per pulire superfici non solo piccole, ma pure molto ampie all’aria aperta.

Fondamentale, prima di scegliere lo strumento più adatto, è controllare l’ergonomia dell’impugnatura che dovrai utilizzare nella vita di tutti i giorni, in modo tale che essa sia utilizzabile anche con facilità e senza fare sforzi. In secondo luogo, calcola bene quanto deve durare in autonomia il tuo attrezzo da lavoro: ci sono modelli a scoppio o a batteria o addirittura elettrici, la scelta deve dipendere principalmente dall’ampiezza della superficie da tenere curata.

C’è poi da considerare la capienza del sacco che raccoglie le foglie, possibilmente triturate: considera se preferisci un contenitore più ampio, un trituratore più potente od un aspiratore più leggero, in base alle caratteristiche del prodotto che stai cercando. Gli aspiratori possono infine essere a mano, a spalla o su ruote.

Soffiatore a scoppio

In linea generale l’utilizzo di uno soffiatore a scoppio non è poi così diverso rispetto ad un modello a batteria. Certo è che, da un punto di vista negativo, se vogliamo parlare di rispetto dell’ambiente, ovviamente questo attrezzo non è dei migliori, perché avendo comunque un carburante inquinante, bisognerà lasciare un po’ da parte la questione inquinamento.

Ovvio che non sarà necessariamente il tuo soffiatore a causare i problemi del buco dell’ozono, ma sicuramente potrebbe contribuire. La cosa più importante da valutare se vuoi un modello con motore a scoppio è la durata: se infatti sai di avere spazi molto ampi da curare, dovrai per forza di cose rivolgerti a questo strumento a carburante affinché non vi siano complicazioni nell’autonomia dello stesso durante le operazioni di pulizia. Oltretutto spesso i soffiatori a scoppio sono convertibili in aspiratori o trituratori professionali.

Aspiratore e soffiatore a batteria

Come abbiamo detto, l’altro modello che compete con quello a scoppio è l’aspiratore elettrico. Di diverso principalmente ha il modo in cui viene alimentato: sicuramente è più rispettoso dell’ambiente grazie ad una semplice batteria che puoi ricaricare facilmente anche in casa tua.

Come puoi intuire il problema di un aspiratore elettrico, sebbene in commercio vi siano modelli sempre più avanzati e curati, è la durata: spesso infatti chi ha spazi molto grandi da ripulire, non può far fronte a tutto soltanto con un modello elettrico. Se invece hai un piccolo giardino e non hai un numero eccessivo di piante che possono ricoprire con le loro foglie il giardino, puoi benissimo scegliere un aspiratore elettrico: molto più leggero e maneggevole, sarà un tuo grande alleato nella pulizia degli spazi esterni.

Aspiratore e soffiatore elettrico

L’ultimo modello che puoi considerare di acquistare, soprattutto se hai spazi molto limitati, è il soffiatore elettrico. Non è poi così diverso dagli altri soffiatori e aspiratori di cui ti abbiamo parlato, ma sicuramente esso ha un più limitato utilizzo che deriva dal fatto che deve sempre dipendere da una presa per venire alimentato.

Questo essenzialmente significa che potrai acquistarne uno se hai spazi limitati da tenere curati. È comunque una buona soluzione perché non avra

i mai l’ingombro di portarti dietro un peso maggiore, poiché appunto dipende soltanto da un filo. Certo è che devi valutare se ti conviene nel momento in cui i tuoi spazi verdi iniziano a diventare sempre più importanti. Se poi hai anche un modello a spalla tanto meglio perché ti sembrerà ancora più semplice da utilizzare.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.