Come coltivare ananas

La pianta di ananas è originaria del Sud America, essa  appartiene alla famiglia delle Bromeliaceae; la più conosciuta è l’ananas comosus che è anche quella più coltivata. Il frutto dell’albero di ananas si chiama infruttescenze ossia è derivata dal fiore dell’arbusto. La pianta di ananas detta anche ananasso ha foglie lunghe e dure, al centro i fiori ognuno dei quali ha un proprio sepalo che con il tempo diventa carnoso e succoso sviluppando l’ananas vero e proprio. In media una pianta di ananas produce un solo frutto ogni 18 mesi.

Quando coltivare l’ananas

Essendo una pianta tropicale è bene iniziare la coltivazione in primavera; inoltre questa pianta cresce quando la temperatura supera i 18°.

Condizioni climatiche

La pianta d’ananas ama luoghi caldi e ben idratati. Essa cresce quando si trova ad una temperatura superiore ai 16°C, ed ha inoltre bisogno di molta luce. D’inverno per ovviare a questo problema è bene posizionare la pianta dietro una finestra luminosa o in veranda in modo da farla stare al caldo e ben illuminata.

Piantare ananas: i 3 metodi principali

I metodi più semplici per piantare l’ananas è utilizzare un frutto fresco dal quale coltivare pianta di ananas in vaso o in giardino. Di seguito vedremo tutte le tecniche per riuscire a far crescere piante di ananas. Dunque  per prima cosa andate al supermercato o dal fruttivendolo e comprate un ananas fresca dal colore vivo e dalla consistenza dura; se l’ananas è molle o magari ha foglie gialle, marroni o che addirittura cadono facilmente, meglio passare e comprarla altrove. Per vedere la freschezza annusatela, se il profumo è dolce e delicato potete acquistarla, in caso contrario vuol dire che è in stato di macerazione o troppo acerbo.

Ananas pianta

Piantare ananas in vaso

Utilizzando un coltello bel limato e resistente, fate un taglio netto sull’ananas dividendo le foglie dal resto del frutto, in questo modo vi troverete le foglie attaccate ad una piccola base  e il frutto che potete liberamente mangiarlo.

In un terrina  lasciata a bagno il pezzo con le foglie fino a quando non spunteranno le prime radici, a questo punto potete piantare l’ananas in un vasetto con del terriccio morbido.  Vedrete che in pochi mesi avrete un alberello di ananas da poter custodire in terrazzo o in casa.

Piantare ananas in bicchiere

Anche in questo caso si parta da un ananas: con le mani prendete il ciuffo e con un movimento rotatorio tiratelo fin quando non viene via. Quando il ciuffo si sarà staccato pulitelo togliendo la polpa ma lasciando intatte le foglie. Lasciate asciugare il ciuffo per due o tre settimana, quindi mettetelo in un bicchiere o una bottiglie dal collo lungo riempita d’acqua per metà. Ricordatevi di cambiare regolarmente l’acqua per evitare la formazione di muffa. Quando spunteranno le prime radici vuol dire che è tempo di piantare l’ananas in un vaso con terriccio.

Piantare ananas

Piantare ananas con stecchini

Un altro metodo prevede di staccare le foglie lasciando un po’ di polpa che funga da gambo. Utilizzate quattro stuzzicadenti o spiedini e infilzateli nel gambo, quindi mettete il ciuffo d’ananas in bilico un vasetto contenente dell’acqua che gli sfiora il gambo.

Irrigazione

In periodi asciutti e poco piovosi meglio innaffiare l’ananas quotidianamente. Durante l’estate aggiungi del concime 2 volte al mese.

Trapianto

Quando piantate l’ananas usate vasi che siano profondi almeno 10 cm, poi man mano che la pianta crescerà trasferitela in un vaso più grande.

Raccolto

Prima che la pianta d’ananas porta i suoi primi frutti passerà circa un’annetto (alcune volte anche di più), ma non scoraggiatevi e datevi da fare perché è sempre bello coltivare piante, vedrete che la pianta vi premierà con dei fiori blù seguiti poi da frutti. Un frutto d’ananas impiega in media 6 mesi per svilupparsi; durante questo periodo potete aiutare la maturazione dei frutti aggiungendo al terriccio del compost fatto in casa.

Moltiplicazione della pianta d’ananas

Il metodo più semplice per ottenere un nuovo ananasso è si partire dal suo ciuffo di foglie, infatti la maggior parte degli ananas non contiene semi e anche se all’interno del frutto riuscite a trovarne alcuni non è detto che da esso riuscite a far crescere una nuova pianta. Quindi è sempre meglio coltivare l’ananas partendo dallo scarto superiore del frutto.

Potatura ananas

L’ananas è una pianta che non va mai potata, l’unica cosa da fare è eliminare che foglie che man mano seccano per evitare che diventino causa di parassiti e altre malattie.

Malattie e parassiti

La pianta di ananasso non è soggetta a particolari malattie e parassiti. Il suoi nemici principali è il marciume radicale e la cocciniglia che si presenta sulle foglie; in entrambi i casi è possibile intervenire passando un batuffolo di cotone con alcool sulle foglie.

Proprietà e Benefici

Le proprietà benefiche dell’ananas sono dovute soprattutto alla presenza della bromelina, un enzima presente soprattutto nel gambo che rende digeribile anche proteine complesse. Per queste virtù digestive e diuretiche, fin dal diciottesimo secolo veniva consumata a fine di pasti abbondanti.

Varietà di piante di ananas

Le principali varietà di ananas sono:

  • L’ananas commestibile (comosus): utilizzata soprattutto come pianta ornamentale visto che per fruttificazione a bisogno di alte temperature e umidità;
  • Ananas ananasoides: Le foglie hanno contorni spinosi e sono lunghe fino a 45 cm, di colore verde scuro;
  • Ananas bracteatus: Produce fiori color lavanda che si trasformano in frutti marroni commestibili. Impiega fino a otto anni per raggiungere un metro d’altezza. La varietà “Striatus o Tricolor” presenta foglie arcuate dalla lamina verde scuro con i margini gialli ricoperti di spine rossastre.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.