Come coltivare begonia

Di origini non troppo vicine, la begonia sa farsi distinguere grazie ai suoi affascinanti fiori. È molto diffusa perché è semplice da coltivare, ma oltre a ciò è anche una pianta molto graziosa e amata.

Può benissimo stare su un balcone perché è possibile coltivarla in vaso. Ne esistono tantissime varietà, soprattutto da quando i coltivatori sono notevolmente aumentati. Ecco dunque come puoi fare per avere una begonia in casa tua o nel tuo giardino.

Pianta di begonia

La pianta di begonia appartiene alla famiglia delle Begoniaceae e di specie ce ne sono davvero moltissime. L’unica cosa che hanno in comunque è l’origine: tutte infatti provengono dalle zone tropicali. Le specie sono circa un migliaio, ma poi, formandosi nuovi ibridi, inevitabilmente il numero è salito addirittura a 10.000.

Solitamente le varie specie si suddividono in base alla tipologia di radice. Hanno però alcune caratteristiche comuni, ad esempio le foglie che crescono asimmetriche e alternate lungo il fusto. In più sono piante monoiche ovvero hanno sia fiori maschili sia fiori femminili. Quelli maschili si distinguono maggiormente perché i tepali che li formano sono a due a due differenti. Quelli femminili invece sono tutti uguali.

begonia

Quando coltivare le begonie

Innanzitutto devi ricordare che le begonie sono piante annuali, dunque devono essere ripiantate anno dopo anno. Il periodo migliore per piantare le tue begonie è all’inizio della primavera, subito dopo le gelate invernali, soprattutto se devi tenerle in giardino.

Se invece hai la possibilità di utilizzare prima un vaso per poi travasarle, ti consigliamo di procedere appena finito l’inverno tenendo in casa il vaso fino a quando è scongiurato il pericolo di ulteriori gelate invernali di ritorno.

Dove coltivare begonie: clima, luce e terreno

Non ci resta ora che trovare il posto migliore per la cura della begonia. Innanzitutto a livello climatico è una pianta che si adatta bene ai vari tipi di situazione. La cosa fondamentale è semplicemente fornirle abbastanza luce per permetterle di crescere e di rimanere vigorosa. Ecco perché se la tieni in casa e non hai la possibilità di esporla al sole ti consigliamo di puntarle una luce anche artificiale. Se invece la tieni in giardino è buona cosa scegliere una zona di mezz’ombra e ventilata, ma comunque esposta quotidianamente al sole.

Un’altra cosa da tenere a mente è il terreno, che in realtà non ti sarà così difficile scegliere: la begonia infatti cresce molto bene nella terra mista del giardino più che nel terriccio speciale per piante da fiori. Se la tieni in vaso cerca sempre di aggiungere 2/3 di torba mentre l’altra parte sarà riservata al classico terriccio per vasi. L’ambiente acido e ben drenato è fondamentale per la crescita della pianta.

begonia cura

Rinvaso della begonia

Come abbiamo già detto, le begonie in vaso ma anche quelle in giardino, devono essere ripiantate annualmente essendo appunto piante annuali. Ciò sta a significare che il rinvaso di questa tipologia di piante è molto importante da tenere a mente per farla crescere bene.

Questo procedimento deve essere attuato tra marzo e luglio: devi scegliere un vaso più grande e del terriccio specifico ovviamente, per farla crescere nel migliore dei modi. Un’altra cosa da tenere a mente è quella di posizionare sul fondo del vaso dell’argilla espansa in modo da mantenere il terreno ben drenato, evitando ristagni di acqua.

Irrigazione e concimazione della begonia

Come per ogni pianta, anche per le begonie giganti così come per le più piccole, serve una particolare attenzione per il nutrimento delle stesse. Prima cosa da considerare è ovviamente l’irrigazione, che deve essere costante ma non troppo abbondante soprattutto durante il periodo invernale per evitare i ristagni idrici che potrebbero danneggiare la tua begonia.

Una parte importante la fa la concimazione, che per questa pianta è molto utile. Scegli innanzitutto un concime apposito per piante per fiori, che troverai senza troppi problemi dal tuo vivaista di fiducia e che solitamente si aggiunge all’acqua dell’innaffiatura. Durante l’estate la concimazione dovrebbe essere eseguita ogni due settimane, mentre durante l’inverno basta anche solo una volta al mese.

begonia gigante

Malattie e parassiti della begonia

Tra i punti chiave da considerare quando ti chiedi come curare la begonia, c’è sicuramente il capitolo malattie e parassiti che potrebbero danneggiare la tua bella pianta e i suoi coloratissimi fiori.

Limacce e lumache sono molto pericolose soprattutto per le begonie che rimangono fuori e che potrai proteggere rompendo gusci d’uovo tutt’attorno alla pianta. Quelle d’appartamento sono invece molto più attaccate dalla cocciniglia, pericolo comune a molte altre piante. In questo caso ti dovrai avvalere dei classici antiparassitari che potrai procurarti dal vivaista.

Coltivare begonie in vaso

Come puoi immaginare e come abbiamo già accennato, se vuoi tenere la pianta di begonia in vaso direttamente in appartamento, potrai tenerla senza problemi. La cosa importante è fare un rinvaso nel periodo d’inizio primavera dopo averla piantata qualche mese prima: dovrai scegliere un vaso di dimensioni più grandi riempiendolo di torba di terriccio da vaso.

Puoi partire sia da seme, sia da bulbo. Se scegli il seme devi sapere che le tue begonie rimarranno di dimensioni più contenute. Se invece parti dal bulbo già formato potranno aumentare di dimensione. Hai ovviamente comunque anche la possibilità di partire dalla piccola piantina che puoi trovare sempre in un negozio specializzato.

Mai piantare begonie e surfinie vicino: le prime amano stare all’asciutto, alle seconde serve molta acqua. Per loro, vasi separati.

begonia significato

Significato del fiore della begonia

Per fare il regalo migliore, bisogna guardare alle simbologie riguardanti i fiori. Se sei curioso di sapere qual è il significato della begonia, ora te lo diciamo.

Nel linguaggio dei fiori e delle piante, la begonia simboleggia l’invito a guardarsi attorno con attenzione, soprattutto se si ha timore di azioni controverse da parte di altri. Nei paesi sudamericani, invece, acquista un valore fortemente positivo: è il simbolo della prosperità e della ricchezza. Se si segue questo significato può diventare il fiore ideale per esser regalato quando c’è il passaggio di un amico o di una persona vicina in una casa nuova.

Varietà delle begonie

Ciò che principalmente distingue le varietà di begonia sono le radici: puoi infatti trovare begonie con radice rizomatosa, che sono sempreverdi e che al posto della radice hanno un rizoma. I fiori di questa tipologia sono poco evidenti rispetto ad altre varietà, ma sono comunque molto belli.

Ci sono poi le begonie con radice tuberosa, il che significa che hanno una radice formata da un tubero di colore nero. Sono solitamente piante annuali dai tipici fiori molto belli e grandi. C’è infine la serie di begonie con radice fascicolata, cioè hanno le radici secondarie che crescono tanto quanto la radice primaria. La caratteristica principale che le distingue dalle altre piante sono i fiori raggruppati a pannocchia che si formano. Le begonie più conosciute sono:

Begonia rex: È una pianta perenne tipico delle zone dell’Himalaya amata più per le sue foglie striate che per i fiori.

begonia rex

Begonia rex

Begonia semperflorens: È una pianta originaria del Brasile, raggiunge i 25-40 cm di altezza e produce fiorellini piccoli a quattro petali.

Begonia semperflorens

Begonia semperflorens

Begonia elatior: è una particolare begonia, dai fiori rossi, adatta soprattutto per interni. È stata ottenuta nel 1883 incrociando Begonia socotrana x Begonia tuberhybrida.

Begonia elatior

Begonia elatior

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.