cetriolo coltivazione

Come coltivare cetrioli

Che siano cetrioli da insalata o quelli ideali da conservare come sottaceti, la pianta di cetrioli è in ogni caso adatta e consigliata all’orto domestico. Il cetriolo è una pianta della famiglia delle cucurbitacee, come i cocomeri e zucchine. Scopriamo insieme come coltivarla.

Dove e quando coltivare cetrioli

Il cetriolo è un ortaggio che necessita di temperature piuttosto elevate, per questo è necessario coltivarlo all’aperto, in un luogo soleggiato, o in serra. La prima semina in serra va effettuata in febbraio, la seconda nel mese di aprile. All’aperto da aprile a giugno.

cetrioli coltivazione

Coltivazione cetrioli (Foto©Pixabay)

Terreno

La coltivazione dei cetrioli si adatta abbastanza a qualunque terreno, sicuramente quello ideale è drenante, ben esposto al sole, ricco di sostanze nutritive e tendente all’acido; importante è anche la presenza di potassio che se manca si deformano i frutti ingrossandosi in punta.

Seminare i cetrioli

I cetrioli si piantano in coltura protetta tra febbraio e aprile, trapiantandoli quando mettono le prime due foglie vere. I cetrioli vanno seminati interrando il seme a 2 cm di profondità, le file andrebbero a 100 cm di distanza, con 50 cm tra ogni pianta lungo la riga.

Fioritura

Durante la sua crescita, il cetriolo produce una foglia e un fiore. Nei cetriolini si possono presentare i fiori a mazzetti, se allegano tutti i fiori la produzione sarà altissima. È bene quindi prestare attenzione a trattare bene api e altri impollinatori, magari piantando qualche fiore a loro piacimento.

come coltivare i cetrioli

Piantare cetrioli (Foto©Pixabay)

Irrigazione

I cetrioli amano abbondanza d’acqua, evitando però il ristagno, per evitare che il frutto si svuoti o diventi amaro. Bisogna quindi irrigare spesso, tenendo possibilmente un terreno umido.

Raccolto

Il cetriolo si raccoglie quando si preferisce, ma comunque prima che diventi di colore giallognolo, perdendo le spine. Questi sono i sintomi dell’invecchiamento del frutto, se li si vedono, è già passato il momento migliore per cogliere la verdura.

Pacciamatura

La pacciamatura è una tecnica di coltivazione di tutte le cucurbitacee, ed anche del cetriolo. Consiste nello spargere sul terreno il pacciame, per proteggere le colture da eccessiva insolazione.

cetriolo pianta

Come piantare i cetrioli (Foto©Pixabay)

Potatura

Il cetriolo può essere potato sopra la quinta foglia, per stimolare i rami e mandare prima in frutto la pianta.

Rotazione colturale

La rotazione colturale consiste nello stesso terreno coltivare sostanze diverse, che prevede il ritorno dopo un certo numero di anni della coltura iniziale. Per quanto riguarda il cetriolo, nell’orto non deve seguire un’altra cucurbitacea e non deve ripetersi sullo stesso terreno per 3/4 anni.

Concimazione

In presemina o pre trapianto, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali è molto importante. C’è bisogno quindi di concimare questa pianta soprattutto in questi periodi e soprattutto con concimi naturali.

pianta cetrioli

Coltivare i cetrioli (Foto©Pixabay)

Coltivazione verticale

Per favorire l’impollinazione e quindi la produzione si coltivano i cetrioli con tutori che li tengano verticali. Si possono usare delle reti o dei pali arrivando ad una grande altezza, la coltivazione verticale risparmia lavoro di sarchiatura e agevola anche la raccolta al contadino.

Coltivare cetrioli in vaso

Per coltivare i cetrioli in vaso, il periodo ideale va tra aprile e maggio, con clima caldo-umido e abbondante irrigazione. Essi hanno bisogno dei vasi di almeno 20 o 30 cm di diametro, uno per piantina e meglio se di terracotta. si possono sistemare in balcone o vicino ad una finestra in pieno sole. Il terreno di coltura ovviamente deve essere di buona qualità, ben drenato e leggermente acido, meglio se mischiato a un po’ di torba di sfagno, perlite e compost. Nella preparazione del vaso, bisogna sistemare alla base un po’ di argilla o ghiaia per favorire il drenaggio dell’acqua ed evitare marciumi. Nonostante i cetrioli necessitino di irrigazioni frequenti e abbondanti, le loro radici potrebbero essere danneggiate dagli eccessi d’acqua. Una volta preparato il terreno di coltura, bisogna realizzare delle buchette profonde circa 5 cm e poi riporre 5-6 semi.

Consociazione

La consociazione nell’orto significa la coltivazione contemporanea di diverse specie vegetali, che vengono fatte crescere accostate in modo da aiutarsi reciprocamente, per quanto riguarda i cetrioli, è bene, fare la consociazione con alimenti tipo aglio, cipolla, finocchi, girasoli, insalate, lattughe, piselli e tanti altri.

semina cetrioli

Piante di cetrioli (Foto©Pixabay)

Malattie e parassiti

Il cetriolo è soggetto all’attacco di alcuni parassiti come gli afidi che possono essere combattuti attraverso la potatura, inoltre la carenza d’acqua comporta altri due aspetti negativi nel cetriolo: svuotamento del frutto (cavo all’interno) e aumento del sapore amaro.

Proprietà e benefici

I cetrioli contengono molte vitamine importanti, come la C, la E e la K, Tali elementi si concentrano soprattutto nella buccia e nei semi, che pertanto non andrebbero eliminati al momento del consumo. Il cetriolo è un ottimo depurativo grazie al suo contenuto di acqua e di potassio. Se consumato regolarmente è in grado di eliminare le scorie e le tossine che causano acidità del sangue, ritenzione idrica e cellulite, rallentamento del metabolismo.

pianta del cetriolo

Semina cetriolo (Foto©Pixabay)

Varietà di cetrioli

Esistono vari tipi di cetrioli, di svariate dimensioni, e forme, le famiglie più comuni sono le varietà lunghe e lisce, come il “lungo verde degli ortolani” o il longo da china, che si coltiva in verticale, e le varietà più corte e tozze dalla buccia più spinosa, come il white wonder e il piccolo verde di Parigi, ideali per i sottaceti.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.