Come coltivare granturco

Il granturco o mais proviene dalla famiglia delle Graminaceae e dell’ordine delle Glumiflorae. Coltivare un campo di granturco o solo qualche pianta è un’esperienza emozionante; la soddisfazione di mangiare una pannocchia di granturco cresciuta con le proprie mani non ha paragone.

In questo guida base per inesperti spiegherò come preparare il terreno e concimarlo per la semina del granoturco, quando effettuare la sarchiatura e quando raccogliere il mais. Infine un paragrafo dedicato alle malattie del mais e alle possibili cure.

Quando coltivare il granturco

Se la semina del mais avviene in semenzaio si può iniziare a primavera se invece si preferisce seminare il mais direttamente nell’orto è bene aspettare che le temperature si alzino un po’ (almeno 10°C) quindi meglio iniziare a coltivare a fine aprile inizio maggio a seconda della regione e dell’altitudine dell’orto.

In realtà, i contadini che anticipano la semina è perché il ciclo produttivo del granturco è molto lungo( 170-180 giorni, ma c’è anche il mais quarantino), ossia prima che la pianta inizia a portate pannocchie ci vuole tempo, d’altra parte i semi piantati in un terreno freddo faticano a germogliare.

granturco

granturco(foto@Instagram-luca_lucini)

Condizioni climatiche per seminare mais

Piantare mais non è molto complicato perché è una pianta che si adatta bene a qualunque tipo di terreno, tuttavia esso predilige una terra drenata e fertile.

Essendo piante che crescono in altezza meglio coltivarle al riparo dai venti forti.

Preparazione del terreno per la semina del mais

Anche se il mais si può coltivare in qualunque terreno è bene prima della semina nutrirlo di letame maturo o fertilizzante.

Come seminare il mais in semenzaio

Mettete i semi di mai in piccoli vasetti dalla profondità di 3-5 cm. Ricordatevi che la temperatura deve essere sempre superiore ai 18°C.

Come seminare il mais in campo aperto

Per seminare il masi in terreno mettete un chicco ogni 30-40 cm a circa 3-4 cm di profondità e tra ogni fila 60 cm di distanza; invece di piantarle un’unica fila create delle aiuole quadrate perché il mais dolce ha bisogno di stare vicino ad altre piante della stessa specie per impollinarsi con il vento.  Ricordiamoci che se realmente nascono tutte le piantine quelle troppo vicine vanno diradate, perciò è bene metterle a distanza stabilita.

Dopo aver messo i semi nel terreno ricopriamoli con poco terreno e annaffiando.

Abbiamo già accennato che i campi di mais devono avere un terreno “caldo”, per agevolare potete compire il campo con un telo per qualche giorno prima d’iniziare la semina.

granturco

Trapianto

Quando il mais in semenzaio avrà raggiunto un’altezza di 7-8 cm è l’ora di trapiantarle nell’orto. Per fare questo portate fuori i vasi si mais per adattarli alla temperatura esterna (acclimatazione), successivamente trapiantate il granturco a una distanza di 30-35 cm l’un dall’altro.

Irrigazione

Irrigate con più frequenza solo nei periodi di siccità e quando le pannocchie di granturco inizieranno a riempirsi.

Sarchiatura mais

Dopo circa un mese dalla semina, eliminate le piantine più piccole per fare spazio a quelle più grandi. Estirpate l’erbaccia e procedete alla paccimatura ossia a proteggere le radici con paglia secca.

Rincalzatura

La rincalzatura va fatta più o meno ogni quindici giorni fin quando le piantine non saranno alte 50 cm. Questo perché dalla radice principale nasceranno altre radici laterali di grandi dimensioni che andranno in cerca del terreno per il nutrimento della pianta. Con la rincalzatura del mais coprirete queste radici con del terreno.

Concimazione

Visto che la pianta del grano ha il suo ciclo di vita nel periodo primavera-estate si può utilizzare come concime quello organico (che è nel periodo migliore della maturazione) . Le aziende o coloro che non dispongono di letame naturale possono usare concimazioni minerali e eventuali concimi organici non tradizionali come i liquami, i composti di RSU.

Fioritura

La fioritura del mais si ha quando il polline dei fiori maschi dal pennacchio volano via e per i successivi 2-3 giorni penetrano negli stigmi delle infiorescenze femminile.

Raccolto

Il momento del raccolto del granturco si ha quando le spighe sono belle grosse e sode. Un metodo per capire se una pannocchie è matura è quello di incidere un taglio su essa, se esce del liquido biancastro allora vuol dire che è pronta per essere raccolta. Se volete conservare i chicchi di mai secchi allora conviene raccogliere le pannocchie solo quando le foglie saranno seccate e le barbette saranno diventate marroni.

granturco

Moltiplicazione della pianta di mais

L’impollinazione del granturco  avviene tramite l’infiorescenza maschile detta pannocchia, posta in cima al fusto, la quale produce polline che ricade sulle infiorescenze femminili poste al disotto, le spighe rimangono così fecondate grazie al ciuffetto (stigmi) che fuoriesce dall’apice della spiga.

Malattie e parassiti del granturco

I principali nemici del mais sono i funghi, questi attaccano le piante per trarne nutrimento e aiuto per la riproduzione; in poco tempo la pianta cambia coloro, marcisce fino a causarne la morte. Altri malattie che possono intaccare il mais sono:

  • Marciume del seme e delle plantule
  • Elmintosporiosi
  • Peronospora o cima pazza
  • Marciume dello stocco
  • Carbone
  • Marciumi da Aspergillus
  • Avvizzimento batterico
  • Mosaico del mais
  • Nanismo giallo dell’orzo

In tutti questi casi si può prevenire o cercare di curare con prodotti fungidici o prodotti chimici che ostacolano lo sviluppo dei funghi.

Consociazioni

Ancora oggi, i contadini più tradizionalisti alternano piante coltivazione del mais a piante di fagiolo, questo perché il fagiolo crescendo trova sostegno arrampicandosi sul mais e il viceversa il mais diventa più stabile con il fagiolo. Oltre ai fagioli il granturco preferisce stare nelle vicinanze di cetrioli, zucchine, meloni e pomodori.

semina granoturco

grantuco (foto@Instagram-bio.mennecozzi)

Proprietà e Benefici

Quando si è a dieta la prima domanda che ci si pone e se un alimento è calorico e anche in questo caso si vuole sapere se le pannocchie fanno ingrassare. La risposta è dipende. Per 100 grammi di prodotto questo cereale apporta circa 350 calorie.

Il mais contiene anche molti sali minerali tra cui sodio, potassio, ferro, calcio, magnesio, fosforo, zinco, selenio e rame ed è ricchissimo di vitamine come la vitamina B1, la B2, B3.

Varietà della pianta di mais

In natura esistono molte varietà  di granturco, alcune molto dolci e zuccherine. Ci sono poi specie di piante decorative come il mais ‘Arlecchino’ che ha spighe con chicchi di mais colorati, quasi fossero diamanti preziosi e il mais ‘Fragola’ che produce pannocchie di mais piccole e rosse quasi fossero delle fragole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *