Come coltivare melone

Coltivare melone o Cucumis melo nel proprio orto o giardino è un’esperienza molto soddisfacente che in molti provano a realizzare. In estate tra coltivare peperoni, pomodori e zucchine ci si dedica alla coltivazione di meloni, un frutto africano che richiede un terreno ricco e abbondante acqua. Anche mio padre da buon contadino cresciuto fin da piccolo nell’orto ogni anno prova a coltivare meloni gialli; in questa guida vi svelerò i suoi trucchi e consigli per avere dei meloni grossi e succosi.

La pianta di melone

Il melone è una pianta rampicante della famiglia Cucurbitaceae, con il suo nome si fa riferimento sia alla pianta che al frutto; è un arbusto di origine africana (egiziana) conosciuto in Italia nel I secolo d.c.

Il melone ha foglie ondulate e glauchescenti di colore verde chiaro che diventano scure crescendo. I fiori teneri e gialli sono monosessuati, cioè i fiori maschi sono diversi da quelli femminili sia per forma che per posizione. I fiori maschili sono quelli che crescono per prima, si trovano sempre riuniti a gruppi di 3 o 4 sotto la foglia o sui getti di seconda generazione. I fiori femminili invece si trovano singoli sulla prima foglia dei getti di terza e quarta generazione.

Coltivazione meloni

Quando coltivare i meloni

La semina dei meloni e/o la coltivazione delle piantine di meloni va iniziata tra marzo e aprile, periodo in cui sono finite le gelate e si procede  verso un innalzamento della temperatura.

Condizioni climatiche per i meloni

Essendo una pianta africana, il melone ha bisogno di un clima mite e temperature calde, infatti il seme inizia a germogliare solo con temperature superiori ai 24-26 gradi. Il melone giallo teme il freddo e le grandinate, per cui se abitate in un luogo dove sono frequenti maltempi è bene iniziare a piantare i semi di melone in casse di legno oppure in serre.

Preparazione del terreno per la semina dei meloni

La pianta del melone ha bisogno di un terreno ricco di sostanze nutritive e che non sia soggetto a ristagni d’acqua.

meloni

Meloni (Foto ©Instagram-clalyeminic)

La coltivazione dei meloni: semi o piantine

Qualunque sia la vostra partenza tra semi o piantine, per iniziare una coltivazione di meloni a livello amatoriale è bene scegliere una varietà di meloni adatta al contesto climatico.

  • Come coltivare meloni partendo dai semi

La prima cosa da fare per procedere alla riproduzione per seme è acquistare semi di melone, ricordatevi di controllare la scadenza sulla bustina dei semi perché se quest’ultimi sono datati è probabile che non germoglieranno. Per i contadini meno esperti consiglio il melone retato che è la varietà più facile da coltivare partendo dal seme e che produce un gran numero di frutti.

I semi di melone possono essere piantati in serra, in vaso o in campo aperto, nei primi due casi potete iniziare la coltivazione anche a marze per poi procedere al trapianto quando le piantine saranno più grandi e le temperature più alte.

  • Come coltivare meloni comprando le piantine

Se siete in ritardo con i tempi ma volete ugualmente coltivare meloni allora non vi resta che andare dal vivaio a comprare delle piantine che avranno già ultimato il periodo di germinazione quindi sufficientemente grandi da poter proseguire con il trapianto a terra o in vasi più grandi.

Trapianto

Quando le piantine di melone avranno formato almeno 3-4 foglie potete trapiantarle in campo aperto. Preparate il terreno rinvangandolo, togliete le erbacce e create dei buchi distanti almeno 90-100 cm l’un dall’altro; con un coltello e un po’ d’acqua staccate delicatamente i piccoli arbusti raccogliendo anche il terreno attaccato alle radici.  Trapiantate le piantine di melone, coprite le radici con del terreno e innaffiate per assestarle.

melone giallo

Coltivare meloni partendo dai semi

Irrigazione

Quanto più la pianta di melone cresce tanto più ha bisogno di acqua. Da piccina va innaffiata poco e raramente, poi con la crescita le irrigazioni devo essere più frequenti e abbondanti; questo perché le foglie sempre più grandi traspirano molto e i frutti crescono proprio durante il periodo più caldo e arido.

Quando i frutti da colore verde inizieranno a maturare e quindi a diventare gialli o bianchi è bene ridurre la quantità d’acqua per avere frutti più dolci.

Concimazione

Il melone è una pianta potassofila cioè ha bisogno di potassio per aumentare il quantitativo di zuccheri, quindi il terreno deve essere nutrito con un compost specifico o della cenere.

Nelle produzioni agricole di meloni da mercato, per aumentare la dolcezza dei frutti si iniettano sulle foglie dei prodotti specifici non consentiti in agricoltura biologica. Io sconsiglio vivamente l’uso di queste sostanze che rendono i frutti belli, gustosi ma non sani e genuini.

Potatura

Visto che il melone fiorisce e porta frutti solo sui rami secondari è bene cimare la pianta dalla quinta foglia in poi cosicché sviluppa altri rami secondare e anticipa la fioritura.

Raccolto

I frutti di melone sono molto delicati, per evitare che marciscono o che vengano attaccati da parassiti bisogna isolarli dal terreno, quindi conviene appoggiarli su cassette di legno, travi o sulla pacciamatura. Per riconoscere un melone maturo basta osservare quando è bello pieno, colorito e profumano, solo allora è tempo di raccoglierlo.

pianta melone

Malattie e parassiti di zucchine

La coltivazione di melone è soggetta a vari attacchi di parassiti e malattie i più temuti sono:

Verticilium: La pianta  viene coltipa dalla tracheomicosi cioè i rami si avvizziscono fino alla morte totale.

Pitium: Colpisce la pianta al colletto e la fa marcire è una malattia che avviene solo alle basse temperature.

Virosi: Deforma i frutti o rallenta la crescita causando la diffusione degli afidi.

Afidi: Sono pericoloso sono quando la pianta è picciona visto che nei periodi estivi, quando crescono i frutti, gli afidi non si avvicinano.

Coltivazione verticale

Un altro metodo per coltivare meloni in gran quantita quando si ha poco spazio è con la coltivazione verticale; la pianta cresce in verticale arrambicandosi su si una rete metallica. Per questo metodo meglio utilizzare varierà di meloni come Long Life o Middle long life che hanno una polpa dura e i frutti non si staccano dalla pianta.

Coltivare meloni in vaso

A differenza di altre piante simili come il cocomero, il melone non può essere coltivato in vaso perché ha bisogno di spazio e d’arrampicarsi.

Consociazioni

Coltivare i meloni nelle vicinanze di altre piante può portare benefici ad entrambe le varietà; è quello che succede con la lattuga, fagioli e fagiolini. Ottima anche la consociazione tra meloni e mais dolci: seminandoli a file alternate hanno funzione di frangivento, cioè di proteggono dal vento.

pianta di melone

Proprietà e Benefici

Il melone giallo insieme all’anguria è uno dei frutti simbolo dell’estate che piace molto ai bambini, si utilizza per fare macedonie, gelati e anche come antipasto con prosciutto cotto. Il melone è ricco di carotenoidi, considerati utili per la prevenzione del cancro e per ridurre il rischio di tumore ai polmoni e ictus.

Varietà di meloni

Esistono tante varietà di meloni da quelli a buccia gialla, bianche, cantalupo, ogni tipo si distingue per sapore, dimensione e colore.

Melone retato: Produce frutti grandi  che pesano 1,8-2Kg, con forma tonda o allungati, la buccia è doppia e presenta una retatura marcata. Il frutto è molto gustoso, carnoso e di colore arancione vivace.

Melone bianco o melone d’inverno:  Ha una scorza liscia gialla accesa e una polpa quasi bianca o giallina, è meno succoso del melone retato ma ha anche meno calorie. Viene anche chiamato melone invernale perché è possibile conservarlo fino a gennaio inoltrato.

Melone carosello e tortarello: Sono grandi quando una mela o una zucchina, vengono utilizzati come cetrioli.

Meloni Long Life o Middle long life: Sono utilizzati per coltivazioni in verticale.

Significato melone

Fin dall’antichità al frutto del melone è associato il simbolo della fecondità forse perché al suo interno contiene molti semi che germogliano facilmente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *