origano pianta

Come coltivare origano

L’origano è una delle piantine aromatiche più buone della zona mediterranea e inoltre è molto semplice da coltivare. Questa guida ti aiuterà nelle coltivazione, fornendoti piccoli e validi consigli. Scopriamo insieme tutti i passaggi da effettuare per ottenere una fantastica coltivazione di origano, ma anche tutte le proprietà medicali di quest’ultimo.

La pianta di origano

L’origano è una pianta erbacea perenne e aromatica, facente parte della famiglia delle lemiaceae. Questa pianta fa parte della tipica vegetazione mediterranea, infatti può crescere anche spontaneamente. È ben radicata e quindi resiste anche a periodi di particolare aridità. Il fusto può raggiungere anche gli 80 cm e le foglie sono ovali, mentre i fiori tendono a raggrupparsi alla sommità degli steli.

semi di origano

Origano raccolta (Foto©Pixabay)

Dove e quando coltivare origano

Il clima che predilige la pianta di origano è quello caldo, ma anche arieggiato: infatti la zona che si presenta come la migliore per la coltivazione di questa piantina è proprio il mare (dove avrà la possibilità di crescere vigoroso). La stagione da prediligere, di conseguenza è l’estate.

Terreno

In realtà per questo tipo di pianta va bene qualsiasi tipo di terreno, in quanto è molto resistente. Se proprio però volessi adottare un terreno che sicuramente farà crescere la tua piantina aromatica in ottima forma, puoi optare per uno di tipo calcareo, permeabile e nutriente. Questo tipo di terriccio potresti arricchirlo ancor di più con l’aggiunta di un concime a base di potassio, fosforo e azoto.

origano secco proprietà

Piante di origano (Foto©Pixabay)

Trapianto

Durante la primavera potrai effettuare il trapianto dell’origano, che potrà essere messo in pieno orto o in vaso. Il terreno dovrà essere lo stesso di sempre. Ricorda che se lo trapianterai in pieno campo sarà opportuno distanziare le file 30 cm l’un l’altra.

Irrigazione e concimatura

L’origano non è una piantina che richiede abbondanti dosi di acqua, infatti richiede un terreno abbastanza asciutto, facendo attenzione a non creare i ristagni idrici che potrebbero disintegrare le radici dell’ origano. Maggiore irrigazione è richiesta durante i primi mesi di vita e durante la fioritura. In questo modo la pianta aromatica crescerà rigogliosa e forte. Anche in questo caso l’origano non richiede un impegno abbondante: La concimazione sarà effettuare solo all’inizio della coltivazione con i concimi dei quali già sopra abbiamo parlato.

coltivare origano

Origano coltivazione (Foto©Pixabay)

Fioritura, raccolta e conservazione dell’origano

La fioritura dell’origano avviene da luglio fino a settembre ottobre, quindi durante un lasso di tempo veramente lungo. La parte che dovrà essere consumata è proprio quella con i fiori, ecco perché sarà opportuno raccoglierli. Per effettuare la raccolta dovrai tagliare la sommità della pianta dove, generalmente, crescono i fiori. Se la pianta ha solo un anno di vita, sarà opportuno non stressarla e, di conseguenza, effettuare solo un raccolto; a differenza delle piante più mature che possono subire per due raccolti.

La conservazione dell’origano è la parte più importante, in quanto la rende pronta alla consumazione. Dovrai essiccare subito i rametti raccolti. Per effettuare questa operazione al meglio dovrai appendere le piantine con la testa verso il basso, il luogo dovrà essere necessariamente buio, asciutto e ben arieggiato (queste caratteristiche permetteranno di conservare le proprietà dell’aromatica). I fiori, infine, dovranno essere sbriciolati.

Malattie e parassiti dell’origano

Questa pianta, come abbiamo detto molte volte, è rustica e di conseguenza non subisce gli attacchi di molti parassiti. Gli unici che possono essere dannosi per la piantina sono i comuni afidi, quali possono essere contrastati con i prodotti appositi e disponibili in commercio.

coltivare piante officinali guadagni

Coltivare origano in vaso (Foto©Pixabay)

Coltivare origano in vaso

Se abitassi in un appartamento non disperare, anche tu puoi coltivare l’origano. Le tecniche colturali da seguire, in caso volessi coltivare la piantina aromatica in vaso sono le stesse della coltivazione in orto o in terreno aperto. Fai comunque attenzione al vaso che acquisterai, infatti questo deve essere di terracotta e deve avere un diametro abbastanza grande ( in media di 40 cm), in quanto l’origano può raggiungere grandi dimensioni. Non dimenticare, inoltre, di disporre sul fondo del terreno un ottimo sistema di drenaggio che può essere formato grazie a dei semplici sassolini. Mi raccomando, esponi la pianta al sole e proteggila in caso di temperature molto rigide, senza scordare che questa è tipicamente mediterranea.

Proprietà e benefici

Da sempre l’origano è consumato anche per le sue proprietà medicali, in quanto possiede un’ olio essenziale utile per il nostro organismo. Le conseguenze di questo sono vari benefici, come il favori mento della digestione o l’espulsione di gas indesiderati. L’origano può anche tonificare il sistema nervoso e facilitare la guarigione da raffreddori o tossi, attraverso la consumazione di tisane a base di questa piantina aromatica.

Varietà di origano

Origano dictamo

L’origano dictamo, detto anche origano di Creta, in estate regala dei fiori che vanno dal viola al rosa. Questa varietà d’origano ha una forma cespugliosa ed è famosa per le sue proprietà benefiche (antisettico e per i sistema immunitario).  Anche l’origano dictamo necessita di un terreno ben drenato ed è resistente al caldo e al freddo.

semi di origano

Origano dictamo

Origano aureo

L’origano aureo è una pianta aromatica che riempie il giardino con fiori di colore rosa porpora. Ha foglie quasi gialle dorato e di forma ovali.

origano pianta

Origano aureo

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.